top of page
  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
2Punk_Lisa-Nocentini-scaled.jpg

E'BAL 2024
Palcoscenici per la danza contemporanea

Un progetto di rete regionale sostenuto da

ATER FONDAZIONE

e condiviso da

Associazione Danza Urbana

Associazione Liberty/Stagione Agorà

Cantieri Danza
Collettivo Amigdala

Comune di Rimini

Cronopios - Teatro Petrella e Casa della Cultura Italo Calvino

Istituti Culturali della Repubblica di San Marino

L'arboreto – Teatro Dimora di Mondaino

Masque Teatro

Micro Macro

PKD - Piacenza Kultur Dom

Riccione Teatro

Santarcangelo dei Teatri

Sillaba Soc. Coop. (Villa Torlonia Teatro)

Teatro del Drago - Teatro Comunale di Gambettola

ATER Fondazione, oltre a essere l’ente capofila, partecipa al progetto di rete

con due Teatri del Circuito multidisciplinare regionale,

il Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno e il Salone Snaporaz di Cattolica

23 OTTOBRE 2022 - CALDERARA DI RENO (BO)
E'BAL-sfondo-manifesto-2021-2022_light.jpg

PROGRAMMA 2024

5156C148-5492-4253-95A3-714C6C31D472.jpeg

9 FEBBRAIO 2024
21.00

Teatro Trieste 34

Piacenza (PC)

www.trieste34.com
 

COLLETTIVODIECI
ImmergeArt L'arte che si vive

Concept: Camilla Peretti, Anna Pesetti Coreografo: Anna Pesetti Pittore: Michele Groppi Musica: SuRealistas Costumista: Sonia Stefanoni

Con il supporto di: Piacenza Kultur Dom APS, EmilBanca, Teatro Trieste 34 Piacenza, Ostello del Teatro Piacenza, Elegancia Academy.

L'installazione interattiva ImmergeArt- L'Arte che si vive rappresenta un'esperienza unica in cui diverse forme d'arte si fondono insieme in spazi anticonvenzionali. Il progetto mira a creare un'esperienza immersiva in cui pittura, scultura, performance artistiche e musica si combinano per offrire una vivida rappresentazione dell'arte contemporanea. 
Negli spazi unici del Teatro Trieste 34, i performers diventano parte integrante della struttura e dell'arte stessa, rendendo l'esposizione artistica dinamica e in continua evoluzione. L'arte prende vita propria e il pubblico è invitato a diventare spettatore attivo, non solo osservando ma anche partecipando all'installazione stessa.  Piuttosto che semplicemente visitare una mostra d'arte, gli spettatori sono invitati a immergersi completamente in un'esperienza multisensoriale, camminando tra le opere  d'arte, interagendo con i performers e lasciandosi coinvolgere dall'energia creativa che permea l'intero spazio. 

Foto Vivo Spettacolo 3.jpeg

17 FEBBRAIO 2024
WORKSHOP
dalle 16:30 alle 18:00
Ostello del Teatro

SPETTACOLO
ore 21:00
InSincronia - Teatro Trieste34

Piacenza

> www.trieste34.com

Short Pieces
VIVO CENTER

Riparte la rassegna di danza contemporanea InSincronia, arrivata alla 10° edizione e organizzata da Piacenza Kultur Dom con il sostegno economico della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Le compagnie selezionate per questa edizione sono Vivo Center (17 febbraio) e Vidavè (2 marzo). Entrambe le compagnie proporranno un workshop nel pomeriggio  e uno spettacolo la sera. 

Locandina SD.JPG

2 MARZO 2024
WORKSHOP
dalle 16:30 alle 18:00
Ostello del Teatro

SPETTACOLO
ore 21:00
InSincronia - Teatro Trieste34

Piacenza

> www.trieste34.com

Spoken Dance
VIDAVÈ

Spoken Dance è il più recente progetto di ricerca coreografica di VIDAVÈ, un contenitore repertorio di più creazioni legate da una stessa tematica e cioè quella del pensiero in atto sotto forma di linguaggio di movimento e parlato. Questi sono sistemi conosciuti per la loro diversità ma entrambi rappresentano immagini, intuizioni, sensazioni in modi che spesso si somigliano. Può quindi una forma simbiotica di questi due linguaggi, in quanto contenuto e contenitore di uno stesso pensiero, migliorare la comunicazione tra interprete e
spettatore? È possibile inoltre sistematizzare con un’analisi prevalentemente somatica ed una rappresentazione prevalentemente artistica, le somiglianze e differenze tra corpo e voce, movimento e parola?

Solo-Amba©BastienCapela- .jpg

14 MARZO 2024
ore 21:00
Salone Snaporaz
Cattolica (RN)


> www.teatrodellaregina.it

In cammino
AMBRA SENATORE

Scambio aperto su un processo creativo in corso

Questa serata propone una formula un po’ diversa dalla presentazione di uno spettacolo finito. La coreografa Ambra Senatore -direttrice del Centro Coreografico Nazionale di Nantes- apre al confronto con gli spettatori il suo metodo di lavoro, il suo spazio di prova. Sarà l’occasione per entrare in un processo creativo in corso e condividere gli interrogativi e le riflessioni che porteranno alla composizione di un nuovo assolo coreografico, al debutto alla fine del 2024. Il dialogo sarà puntellato di momenti di improvvisazione danzata e di presentazione di parti dello spettacolo già definite e si concentrerà sui temi toccati dalla ricerca di Ambra Senatore per questa creazione: l’osservazione delle persone e dei luoghi che identificano ciascuno/a di noi, la nozione di casa, il legame con le proprie origini e la spinta verso il futuro.

Col-Tempo-1-©AndreaMacchia-850px-800x565.jpg

15 MARZO 2024
ore 21:00
Teatro Laura Betti
Casalecchio di Reno (BO)


> www.teatrocasalecchio.it

Col tempo
AMBRA SENATORE

ideazione e coreografia  Ambra Senatore; con Matteo Ceccarelli, Claudia Catarzi, Caterina Basso, Ambra Senatore; produzione CNN de Nantes; co-produzione Torinodanza festival / Teatro Stabile – Teatro Nazionale (Torino), Thèatre de la Ville de Paris; musica originale   Jonathan Seilman; luci  Fausto Bonvini

Ambra Senatore, insieme a un quartetto di danzatori si interroga sul senso dell’esistenza e sulla felicità. Una riflessione sull’atto creativo nel contesto storico, politico e sociale alimentata da incontri con scienziati e pensatori che condividono inevitabilmente un punto di vista diverso sul mondo e sul presente.

Ambra Senatore ama sorprendere e portare lo spettatore con malizia e una punta di provocazione su percorsi, veri o falsi, con i quali gioca e si prende gioco dello spettatore stesso. Come sempre nelle sue coreografie, i personaggi si delineano, le situazioni e le storie si sviluppano. Le discrepanze inattese, l’assurdo e la distrazione dal reale sono gli ingredienti principali delle sue coreografie.
Amba Senatore vuole creare lo stupore, se ne va per scatenare una risata. Fine osservatrice del mondo umano, è sempre attenta, l’esser altro è la sua seconda natura e dà un significato preciso alla sua danza. Ecco perché spesso rompe il quarto muro diventando complice degli spettatori, giocando con loro e interpellandoli.

INFORMAZIONI E BIGLIETTI
Per informazioni e acquisto biglietti si prega di contattare i singoli partner cliccando sul link inserito negli appuntamenti

 

ATER FONDAZIONE

Via Giardini 466/G - 41124 Modena

www.ater.emr.it

 

torna in alto

bottom of page